Impianti eolici

GBS realizza impianti mini-eolici, nati per soddisfare il fabbisogno energia elettrica di piccole utenze domestiche o commerciali, sfruttando l'energia cinetica del vento. In Italia c'è un'abbondante disponibilità di siti idonei all'installazione di impianti mini-eolici; si tratta pertanto di una risorsa con grandi potenzialità.

I vantaggi di un impianto eolico

  • sfruttamento di energia rinnovabile
  • basso impatto ambientale dovuto alle ridotte dimensioni
  • livelli di rumorosità bassissimi
  • affidabilità
  • possibilità di usufruire degli incentivi statali

Le fasi di realizzazione di un impianto eolico

  • posizionamento in loco di un anemometro per la registrazione della velocità e della direzione del vento durante un periodo di tempo non inferiore ai sei mesi;
  • analisi dei dati ricavati dalla campagna anemometrica, scelta della tipologia e delle caratteristiche della turbina eolica e stima della producibilità dell'impianto mini-eolico e dei tempi di ritorno dell'investimento;
  • richiesta delle autorizzazioni ambientali ed urbanistiche;
  • installazione dell'aerogeneratore secondo le specifiche progettuali, collaudo e allacciamento alla rete elettrica;
  • richiesta degli incentivi statali.

Cos'è un impianto eolico

Un impianto eolico converte l'energia del vento in energia elettrica per mezzo di turbine eoliche. Oltre ai grandi impianti eolici realizzati per la vendita di energia elettrica esistono anche i generatori mini-eolici, applicazioni di piccola taglia studiate apposta per la generazione distribuita di energia elettrica, ovvero la produzione di energia li dove viene consumata. La possibilità di sfruttare il vento dipende ovviamente dalle caratteristiche morfologiche del terreno, dalla posizione di installazione e dalla tipologia di aerogeneratore installato. Gli impianti mini-eolici sono ideali per sfruttare anche aree con velocità medie del vento, come la zona di Sanremo e, in generale, la provincia di Imperia, dove la velocità è di 5 metri al secondo. Per una prima valutazione della ventosità di un sito e dell'eventuale producibilità di un impianto eolico potete consultare un atlante eolico interattivo

Tipologie di impianti mini eolici:

I generatori eolici sono costituiti principalmente da una turbina e da un palo autoportante o mantenuto in posizione da cavi. La turbina è collegata, attraverso organi meccanici, al generatore o all'alternatore che convertono la rotazione delle pale in energia elettrica.
I mini aerogeneratori si dividono in due grandi categorie:

  • ad asse orizzontale, cioè costituiti da una classica turbina a pale completa di una coda necessaria a mantenere le pale nella posizione più favorevole al vento. Questo tipo di generatori ha una velocità minima di funzionamento di 3-4 metri al secondo ma non è adatto a sfruttare le turbolenze. La loro rumorosità è modesta e per potenze di 1-1,5 kW è confondibile con il rumore del vento stesso.
  • ad asse verticale, cioè costituiti da rotori con profili elicoidali o dotati di braccia in grado di captare il vento proveniente da qualsiasi direzione. Gli aerogeneratori ad asse verticale hanno una velocità di avviamento di 2-3 metri al secondo e hanno il vantaggio di sfruttare le turbolenze del vento e di non dover essere frenate in caso di venti a velocità troppo alte. Il rumore è praticamente nullo a basse velocità del vento e molto basso anche con venti di maggiore intensità.