Impianti di riscaldamento e condizionamento

GBS realizza impianti di riscaldamento e condizionamento ponendo particolare attenzione sull'abbinamento tra generatori (caldaie, impianti solari termici,pompe di calore, chiller) e terminali (radiatori, ventilconvettori, pavimento radiante o soffitto radiante) allo scopo di massimizzare l'efficienza energetica e ridurre i costi di gestione, rispettando l'ambiente. Consigliamo il cliente in base alle sue abitudini, preferenze ed esigenze con l'obiettivo di portare a termine un lavoro personalizzato che ne soddisfi appieno le aspettative.

Impianti di riscaldamento e condizionamento ad acqua (sistemi idronici)

Quando si vuole realizzare un impianto di riscaldamento o raffrescamento idronico (detto così perchè all'interno delle tubazioni scorre acqua a differenti temperature), bisogna scegliere e abbinare due componenti fondamentali:

  • Generatori ad acqua: sono i dispositivi “fonte” della produzione di calore o freddo, nello specifico può trattarsi di:
    • Caldaie a biomassa (pellet e legna),che producono acqua calda ad alta e bassa temperatura
    • Impianti solari termici, che producono acqua calda a bassa temperatura
    • Pompe di calore, che producono acqua calda a bassa temperatura
    • chiller, che producono acqua refrigerata
  • Terminali ad acqua: sono i dispositivi “di arrivo” del calore o del freddo prodotto dai generatori; alcuni di essi sono impiegati sia nel riscaldamento che nel raffrescamento:
    • Radiatori: terminali che necessitano di acqua ad alta temperatura (55°-65°); in commercio esistono numerosi modelli che differiscono per materiali impiegati e design.
    • Pavimento o soffitto radiante: terminali utilizzabili sia per il riscaldamento, facendovi scorrere acqua a bassa temperatura; sia per il raffrescamento, facendovi scorrere acqua refrigerata
    • Ventilconvettori: terminali utilizzabili sia per produrre aria calda, facendovi scorrere acqua calda a bassa temperatura; sia per produrre aria fredda, facendovi scorrere acqua refrigerata; possono fungere anche da deumidificatori

Impianti di riscaldamento e condizionamento ad espansione diretta (sistemi split)

Gli impianti ad espansione diretta si chiamano anche sistemi split perchè composti da due o più unità separate ma appartenenti ad un unico sistema; non si tratta di componenti abbinabili come i generatori e i terminali dei sistemi idronici, ma di una coppia o un gruppo di elementi che nascono già per funzionare insieme. Sono sistemi di riscaldamento e raffrescamento composti da unità esterne alimentate a energia elettrica, collegate, attraverso tubazioni nelle quali non scorre acqua, come nei sistemi idronici, ma un particolare gas, il gas refrigerante, alle unità interne (i terminali), che emettono aria cada o fredda. In altre parole, stiamo parlando di quelle macchine comunemente chiamate condizionatori che hanno avuto una larghissima diffusione negli edifici domestici e commerciali per raffrescare e deumidificare in estate e per riscaldare in inverno.